16 febbraio, 2005

Ottiche: Serie M

OTTICHE SERIE M di Alvise Agostini

Strana storia, troppo breve, quella delle macchine fotografiche della serie K Pentax, e, in parallelo delle relative gloriose ottiche K, se già nel 1976 Pentax se ne esce di colpo con una coppia di reflex 24x36 quali la "mitica" Pentax MX e la ancor più compatta ME. Non è che la serie K sparisca di colpo, e neppure le sue ottiche, ma viene di fatto soppiantata dalle nuove reflex super-compatte, che fanno valere (specie la "professionale" MX) degli standard qualitativi elevati sia esteticamente che a livello di finiture, mantenendo una meccanica di prim'ordine accanto a delle soluzioni innovative (per le quali rimando alle relative schede).



Le ottiche serie M, pertanto, nascono anch'esse all' insegna della grande (talora eccessiva!) compattezza, e con una qualità ottico - meccanica abbastanza competitiva con quelle della serie K - anche se, a mio avviso , lievissimamente inferiore. Di certo il binomio qualità e compattezza viene premiato dal pubblico con un grande successo di vendite, anche per i prezzi altamente competitivi in rapporto al mercato; l' uscita nel 1980 della Pentax ME Super comporterà una ulteriore conferma. Tra le nuove ottiche si fa presto notare un compattissimo 40/2.8 M di ottima qualità e dello spessore di solo 18 mm. per un peso di appena 110 grammi ; ma non sono da meno il 20/4 M , il 28/2.8 M prima serie e il 28/3.5 M, con rispettivamente una lunghezza di 30 - 31 - 32 mm. Certo, è una bella dimostrazione della "tecnologia " ottica e meccanica di Pentax, ma bisogna dire anche che la regolazione delle ghiere delle ottiche citate non era il massimo della praticità!

Con la serie M escono anche, finalmente, degli zoom di qualità davvero molto buona : ricordo qui il 28-50/3.5-4.5, i luminosi 35-70/2.8-3.5 e 40-80/2.8-4 , il 70-150/ 4, e anche l' 80-200/4.5 prima serie (che mutuava lo schema ottico dal precedente equivalente K). Pertanto le ottiche serie M offrono tutt'ora una abbondante varietà di focali e una qualità media decisamente molto buona, ma , soprattutto, sono reperibili sul mercato dell' usato a prezzi irrisori. Un 28/3.5 + 50/1.7 + 135/3.5 in buono stato si possono avere a meno di 400.000 lire e offrono una qualità sorprendente.
Vediamo comunque, anche stavolta, quelle che sono soggettivamente da me ritenute le migliori ottiche della serie, indicando con asterisco quelle da me personalmente provate .
20/4 M* - 28/2 M* - 28/3.5 M* - 35/2 M* - 35/2.8 M - 50/1.7 M* - 100/2.8 M*
Sento però doveroso segnalare anche il 135/3.5 M* per l' ottima qualità generale e maneggevolezza, il 300/4 M per la straordinaria compattezza e ottima resa ai diaframmi centrali, e gli zoom precedentemente citati : questi ultimi, verosimilmente, danno dei punti agli attuali FA di pari luminosità e focale.